fbpx

Cosa vedere a Barcellona

Cosa vedere a Barcellona

Se ami l’architettura offre le creazioni dell’architetto spagnolo più illustre della storia, sei delle quali dichiarate patrimonio UNESCO.

Se ami la natura ti toglierà il fiato con i suoi punti panoramici e se ami la movida puoi scatenarti nei locali più trendy d’Europa.

Ogni parola che potrei usare per descrivere la magia di questa poliedrica città sarebbe riduttiva, ma posso indicarti cosa fare e cosa vedere a Barcellona per rendere la tua vacanza indimenticabile!

Cosa vedere a Barcellona


Architettura: il Genio di Gaudí

Punti Panoramici: Barcellona Skyline

I Quartieri della Città Vecchia: Buena Onda 

Dove alloggiare a Barcellona


Architettura: il genio di Gaudí

“Abbiamo dato questo titolo accademico a un pazzo o un genio! Il tempo parlerà!”

Così dichiarò il direttore della Barcelona Architecture School. E il tempo ha chiaramente parlato!

Morto nel 1926 a quasi 74 anni, Gaudí fu, oltre che un egregio architetto, un personaggio molto particolare.

Restò single per tutta la vita e diventò vegetariano prima che fosse in voga. Forte credente cristiano e sostenitore dell’indipendentismo catalano, regalò a Barcellona alcune delle opere più belle che oggi la caratterizzano!

Sagrada Familia

Il capolavoro più celebrato di Gaudí, iniziato nel 1882 e tutt’ora in corso d’opera, è anche il monumento più visitato di Spagna.

La Sagrada Familia, ricca di dettagli, linee tortuose e intrecci di decorazioni insolite, è senza dubbio una delle chiese più originali del mondo, con 3 facciate e 8 torri, destinate a diventare 18.

L’interno, più simile a una foresta incantata che a una basilica, è l’ennesimo tributo alla natura di Gaudí.

Lo sapevi? Antoni Gaudì si è sempre dichiarato l’architetto di Dio. Gli chiedevano perché impiegasse tanto tempo e sforzi per decorare dettagli della struttura così in alto che nessuno sarebbe riuscito a distinguere con chiarezza e lui rispondeva che li avrebbero visti gli angeli.

Mettersi in fila in biglietteria e sperare di entrare il giorno stesso è praticamente impossibile. Oltre al fatto di dover mettere in conto almeno 2 ore di coda.

Consiglio di prenotare il biglietto con più anticipo possibile (si prenota il giorno e l’orario della visita e con un margine di 15 minuti per entrare).

Cosa vedere a Barcellona - Sagrada Familia

Sagrada Familia

  • Orari:
    • Nov-Feb: 9:00-18:00
    • Mar: 9:00-19:00
    • Apr-Sett: 9:00-20:00
    • Ott: 9:00-19:00
    • 25 e 26 Dic, 1 e 6 Gen: 9:00-14:00
  • Prezzi:
    • Biglietto base: 17€
    • Sono disponibili anche biglietti combinati e visite guidate. Visita il sito ufficiale per maggiori informazioni e prenotare i biglietti
    • La biglietteria chiude 30 minuti prima della basilica

Logo Metro

 

Sagrada Familia (L2 e L5)

 

Torna su


Casa Batlló

Casa Batlló è un’altra delle meravigliose opere d’arte che l’artista Catalano ha lasciato all’umanità, benché progettata sotto commissione di privati, appunto la famiglia Batlló, che all’epoca possedeva la dimora.

I lineamenti morbidi e sinuosi, le colonne contorte e i soffitti a spirale sono ciò che la rende unica rispetto a qualsiasi altro edificio.

Grazie a un dispositivo simile a uno smartphone, compreso nel biglietto, potrai vedere Casa Batlló come appariva quando era ammobiliata. Non che ciò che si può ammirare dal vivo non sia altrettanto spettacolare.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Travel Blog🌈Che viaggi ti fai? (@_jessica_barbieri_) in data:

  • Orari:
    • Tutti i giorni 9:00-21:00
    • Ultima entrata alle 20:00
    • Tempo approssimativo della visita: 1 ora
  • Prezzi:
    • Adulti base: 29€ (25€ online) – audioguida inclusa
    • Studenti e minori di 18 anni base: 26€ (22€ online) – audioguida inclusa
    • Bambini minori di 7 anni: gratis
    • Per acquistare i biglietti e consultare opzioni diverse da quello ‘base’ visita il sito ufficiale

Logo Metro

 

Passeig de Gràcia (L2, L3 e L4)

 

Torna su


Parc Güell

Un po’ fuori mano ma assolutamente tra le cose da visitare a Barcellona è Parc Güell, l’ennesimo successo di Gaudí, con sculture e decorazioni dai colori accesi simili a marzapane.

Il parco, disteso su un totale di 19 ettari, è accessibile gratuitamente, mentre è previsto un biglietto d’ingresso per l’area monumentale, uno dei punti più fotografati della città, dove sono appunto presenti le opere.

Cosa vedere a Barcellona - Parc Guell

Parc Güell

  • Orari:
    • 31 Mar – 29 Apr: 8:00-20:30
    • 30 Apr – 26 Ago: 8:00-21:30
    • 27 Ago – 27 Ott: 8:00-20:30
    • 28 Ott – 31 Dic: 8:00-18:15
    • 1 Gen – 16 Feb: 8:30-18:15
    • 17 Feb – 30 Mar: 8:30-19:00
    • Ultima entrata 1 ora prima della chiusura
  • Prezzi:
    • Adulti e ragazzi: 10€
    • Bambini fino a 12 anni: 7€
    • Bambini fino a 6 anni: gratis
  • Come arrivare: il biglietto comprende una navetta dalla stazione della metro Alfonso X (L4)
    • In alternativa puoi scendere alla stazione Lesseps o Vallcarca (L3) e camminare circa 20 minuti (sono presenti scale mobili che portano in cima alla collina dove è situato il parco). All’uscita della metro sono presenti cartelli con le indicazioni da seguire
  • Consulta il sito ufficiale per maggiori informazioni e acquistare i biglietti

Logo Metro

Lesseps (L3) / Vallcarca (L3)

Navetta da Alfonso X (L4)

 

Torna su


Punti panoramici: Barcellona Skyline

Barcellona è stupenda, ma vista dall’alto ha decisamente una marcia in più.

Ecco i miei punti panoramici preferiti, dove gustarsi una birra fresca al tramonto…

Bunkers del Carmel

La collina Turó de la Rovira, più conosciuta come Bunkers del Carmel, è stata nominata tra i migliori panorami di Barcellona.

Un posto sicuramente più romantico oggi di quando fu costruito, questi bunker servirono per scampare ai bombardamenti della Guerra Civile spagnola negli anni ‘30.

Per arrivare bisogna scarpinare per circa 20 minuti dalla metro Alfonso X, risalendo un dislivello di circa 150 metri, ma il premio è la vista spettacolare dell’intera capitale catalana e il suo litorale.

E sì, quella che si intravede è proprio la Sagrada Familia!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Travel Blog🌈Che viaggi ti fai? (@_jessica_barbieri_) in data:

Logo Metro

 

Alfonso X (L4)

 

Torna su


El Tibidabo

Se vuoi spingerti ancora più in alto El Tibidabo è la collina che fa per te.

Oltre ad uno dei parchi divertimento più vecchi d’Europa, aperto nel 1899, in cima al Tibidabo si trova il Tempio Espiatorio del Sacro Cuore, la chiesa neo-gotica sovrastata dalla famosa statua del Cristo Redentore.

Tempio Espiatorio del Sacro Cuore di Gesù

Tempio Espiatorio del Sacro Cuore di Gesù – photo by Biel Morro on Unsplash

  • Come arrivare:
    • Il modo più iconico di raggiungere la collina del Tibidabo è con la storica funicolare, aperta nel 1901
    • Dalla stazione Av. Tibidabo (L7) prendere il bus 196 fino alla funicolare oppure un tram blu dei primi del ‘900, Tramvia Blau, il cui biglietto costa 5,50€
    • Se preferisci camminare, la funicolare dista circa 20 minuti dalla metro (95m dislivello)
  • Prezzi funicolare: 7,70€ (4,10€ se muniti di biglietto per il parco divertimenti)
  • Per informazioni sul parco divertimenti visita il sito ufficiale

Logo Metro

 

Av. Tibidabo (L7)

 

Torna su


Arenas de Barcelona – Plaça d’Espanya

Una vista meno spettacolare ma molto più semplice da raggiungere si può ammirare dalla terrazza panoramica della Arena di Barcellona, usata in passato per la corrida (l’ultima svoltasi nel 1977) e trasformata nel 1999 in centro commerciale.

Situata in Plaça d’Espanya, si può accedere gratuitamente alla terrazza dall’interno del centro commerciale, o tramite l’ascensore panoramico esterno al costo di 1€.

Il mirador circolare dell’arena permette una vista a 360° della città, da cui contemplare da vicino la splendida Plaça d’Espanya, famosa per le due torri costruite sul modello del campanile di San Marco a Venezia, e il Palau Nacional.

Plaça d'Espanya

Vista di Plaça d’Espanya dall’Arena – Photo by Javier Bosch on Unsplash

  • Orari negozi:
    • Giu – Set: Lun – Sab 10:00-22:00
    • Ott – Mag: Lun – Sab 10:00-21:00
  • Orari ristoranti:
    • Dom – Gio: 10:00-1:00
    • Ven – Sab – Prefestivi: 10:00-3:00
  • Per ulteriori informazioni visita il sito ufficiale

Logo Metro

 

Pl. Espanya (L1, L3, L8)

 

Torna su


Montjuïc

Un’altra delle colline che circonda Barcellona è Montjuïc, area rivalutata nel 1992 grazie all’installazione del complesso sportivo per i Giochi Olimpici di Barcellona, evento che rilanciò la città intera.

Non solo sport ma anche arte: è qui che si trova infatti il Palau Nacional, sede del MNAC (Museo Nazionale d’Arte della Catalogna).

Font màgica de Montjuïc

Quando visitare l’area? Durante lo spettacolo della Font màgica! Uno show di colori e zampilli, dove 2600 litri d’acqua al secondo danzano a tempo di musica di ogni genere (dalla classica ai classici Disney).

Lo spettacolo dura circa mezzora e si ripete due volte, nelle serata di programmazione.

Font Magica Barcellona

Font Màgica

Orari Font Magica Barcellona


Se vuoi accaparrarti un posto a sedere sulla scalinata del Palau Nacional consiglio di recarti per tempo (soprattutto in alta stagione), perché si tratta di uno degli eventi più affollati di Barcellona.

Poble Espanyol

Infine, per una visita alternativa, un’altra attrazione interessante su Montjuïc è il Poble Espanyol.

Pensato per rappresentare le caratteristiche di tutte le regioni spagnole, ogni edificio del Poble Espanyol fu costruito seguendo peculiarità architettoniche diverse.

Una sorta di piccola Spagna racchiusa in un finto paesello con ristoranti, bar e negozi di artigianato, dove spesso vengono organizzati festival ed eventi musicali.

Poble Espanyol Barcellona

Poble Espanyol

Lo sapevi? Il complesso che comprende le torri di Plaça d’Espanya, la fonte magica, il palazzo nazionale e Poble Espanyol fu costruito per l’Expo Universale del 1929.

  • Orari Poble Espanyol:
    • Lun: 9:00 – 20:00
    • Mar, Mer, Gio, Dom: 9:00 – 24:00
    • Ven 9:00 – 3:00
    • Sab 9:00 – 4:00
  • Prezzi (per visitare Poble Espanyol è necessario un biglietto d’ingresso):
    • Adulti: 12,60€ online (14,00€ in biglietteria)
    • Studenti: 10,50€ online (10,50€ in biglietteria)
    • Bambini (etá 4-12): 6,30€ online (7,00€ in biglietteria)
    • Bambini fino a 4 anni: gratis
  • Come arrivare:
    • Da Plaça d’Espanya: Bus 13 o 150 (5 minuti)
    • A piedi: circa un quarto d’ora (in salita)
  • Per maggiori informazioni e acquistare i biglietti visita il sito ufficiale

Logo Metro

 

Pl. Espanya (L1, L3, L8)

 

Torna su


I quartieri della città vecchia: Buena Onda

Ogni quartiere di Barcellona ha qualcosa di unico e magico che fa venir voglia di continuare a scoprirla.

La città vecchia – in catalano Ciutat Vella – è il centro storico di Barcellona. Perderti nel labirinto di vicoli, locali, botteghe e mercati dei distretti del centro sarà la ciliegina sul tuo viaggio a Barça!

Foto aerea di Barcellona

Foto aerea di Barcellona

El Born

Perdersi tra le stradine di El Born è una delle emozioni che regala il centro vecchio di Barcellona!

Situato di fianco al parco urbano de la Ciutadella e a 5 minuti dalla spiaggia, El Born è il labirinto perfetto di bar e locali trendy e inconsueti dove assaggiare ottimi cocktail e buena onda (vibrazioni positive).

Cosa non perdersi nel quartiere El Born?

Parc de la Ciutadella

A pochi passi dal cuore di El Born ti imbatterai nel famoso Parc de la Ciutadella, primo parco urbano aperto nella città costruito sui resti di una cittadella fortificata.

Il parco è oggi il polmone principale di Barcellona, con numerosi angoli dove rilassarsi al sole o all’ombra, varie sculture, un laghetto e una cascata monumentale.

All’interno del parco c’è poi la sede del Parlamento Catalano, lo zoo di Barcellona e alcuni edifici reduci dall’Expo del 1888, evento che inaugurò il parco.

Di fronte all’entrata principale del parco troviamo infatti l’Arco di Trionfo, che a differenza della maggior parte degli Archi di Trionfo europei, non servì per celebrare una vittoria bellica, ma fu installato semplicemente come entrata all’area espositiva.

Parc de la Ciutadella

Cascata monumentale – Parc de la Ciutadella

Mercat de Santa Caterina

Un’altra meraviglia di El Born è il Mercato di Santa Caterina, inaugurato come primo mercato coperto della città nel 1848 sui resti di un antico convento. Oltre a bancarelle con frutta, carne e pesce fresco, c’è un piccolo supermercato e alcuni bar.

Ciò che contraddistingue il mercato oggi è il tetto ondulato variopinto in perfetto stile Barcellonese, ispirato a Gaudí e aggiunto con la restaurazione del 2005.

Basilica Santa María del Mar

Un’altra perla nascosta tra le vie del vecchio quartiere è la Basilica Santa María del Mar, il miglior esempio di gotico catalano.

  • Orari Mercato Santa Caterina:
    • Lun, Mer, Sab: 7:30 – 15:30
    • Mar, Gio e Ven: 7:30 – 20:30
    • Dom: chiuso
  • Orari Supermercato:
    • Lun – Sab: 9:00 – 21:00
    • Dom: chiuso
  • Orari Parc de la Ciutadella:
    • Tutti i giorni: 10:00 – 22:30
  • Orari Basilica S.Maria del Mar:
    • Lun – Sab: 9:00 – 13:00 / 17:00 – 20:30
    • Dom e festivi: 10:00 – 14:00 / 17:00 – 20:30

Logo Metro

Jaume I (L4)

Barceloneta (L4)

 

Torna su


Barri Gótic

Il quartiere gotico, che si estende lungo la Rambla (via più popolare di Barcellona) da Plaça Catalunya fino al mare, è dove nascono le radici di Barcellona: è qui che la città fu fondata dai romani.

Oltre al Governo Catalano e la Cattedrale di Barcellona, il Barri Gótic è caratterizzato da vicoli medievali e piazzette intime e misteriose, come Plaça del Rei e Plaça San Felip Neri.

Pont del Bisbe, Barri Gótic

Pont del Bisbe, Barri Gotic

Anche al Barrio Gotico la notte è giovane, e di bar e locali stravaganti dove fare le ore piccole se ne trova in ogni angolo del quartiere.

Tra i ristoranti della zona c’è anche Els Quatre Gats (“I quattro gatti”), inaugurato come ostello nel 1897 per poi trasformarsi in luogo per spettacoli di cabaret, ed è qui che furono ospitate le prime due esposizioni individuali di Pablo Picasso.

Logo Metro Barcellona

Liceu (L3)
Jaume I (L4)
Pl. Catalunya (L1, L3, L6, L7)

 

Torna su


El Raval

Dalla parte opposta de La Rambla rispetto al Barri Gotic troviamo il quartiere El Raval, il cuore della street art e anima underground della città.

Riqualificato negli anni ’90, è la perfetta fusione di vecchio e nuovo, dove si respira l’aria della vera Barcellona, quella dei suoi abitanti.

Qui si trova anche La Boqueria, il mercato affacciato sul La Rambla dove gustare qualsiasi tipo di tapas e altre chicche della cucina spagnola.

El Raval ospita inoltre uno dei musei più popolari e interessanti della città: il MACBA – Museo di Arte Contemporanea di Barcellona.

Se anticonformismo e cultura underground sono nelle tue corde, il bar perfetto per una birra è il Nevermind, a pochi passi dal museo.

El Raval Barcellona

El Raval

  • Orari MACBA:
    • Lun – Ven: 11:00-19:30
    • Mar: Chiuso
    • Sab: 10:00 – 20:00
    • Dom e festivi: 10:00 – 15:00
    • La biglietteria chiude 30 minuti prima del museo
  • Prezzi:
    • Entrata generale: 11€ (Il biglietto ha un mese di validità durante il quale il possessore può fare illimitate visite al museo)
    • Entrata gratuita: ogni sabato 16:00-20:00
    • Visita il sito ufficiale per maggior info e acquistare i biglietti
  • Orari Mercat de la Boqueria:
    • Lun – Sab: 8:00 – 20:30
    • Dom: chiuso

Logo Metro Barcellona

Universitat (L1, L2)
San Antoni (L2)
Drassanes (L3)

 

Torna su


Barceloneta

La Barceloneta, affacciata sul mare, è il connubio perfetto tra vita da spiaggia e vita notturna.

C’è chi corre e chi sfreccia in skateboard, chi prende il sole e chi si gusta un piatto di paella, chi passeggia tra le bancherelle di strada e chi è in cerca di una nottata a ritmo di musica. Annoiarsi nella Barceloneta è praticamente impossibile.

E’ qui che si trovano infatti i club più famosi di musica house a Barcellona come Opium, PachaShoko.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Travel Blog🌈Che viaggi ti fai? (@_jessica_barbieri_) in data:

Logo Metro Barcellona

 

Barceloneta (L4)

 

Torna su


Dove alloggiare a Barcellona?

Il posto migliore per dormire a Barcellona è sicuramente il centro storico: Ciutat Vella (città vecchia).

Allontanarsi un po’ dal cuore della città permette però di abbassare i prezzi. Il distretto Eixample diventa quindi una buona opzione, ben collegato a tutte le attrazioni principali grazie alla metro.

Se stai cercando un ostello moderno, vivace, con uno staff giovane e cordiale, a pochi passi da Plaça Catalunya, ti consiglio Urbany BCN go, dove ho alloggiato anche io!



Booking.com


E ora sei pronto a lasciarti andare al brio e i colori di Barcellona? 😊

Usa #cheviaggitifai nelle foto che posterai su Instagram durante il tuo viaggio! Non c’è niente di più bello per me che vedere le vostre foto nei miei posti preferiti!

Vuoi restare aggiornato con i prossimi consigli e avventure dal mondo travel’n’party? Seguimi sui sociale e iscriviti alla newsletter 🤩

icona-instagramIcona_bottone_Facebook

Lascia il tuo commento
(540 visite)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.