fbpx

Coronavirus: dove possono viaggiare gli italiani

Coronavirus: dove possono viaggiare gli italiani

Coronavirus: come sta influendo sui viaggi degli italiani

Articolo pubblicato il 29/02/2020 e aggiornato regolarmente – in rosso gli ultimi aggiornamenti al 09/03/2020 ore 12:30

Proprio ora, mentre le mie dita picchiettano sulla tastiera del computer, sarei dovuta essere nell’acqua cristallina del Mar Rosso ad Aqaba, all’inizio di un incredibile viaggio di gruppo in Giordania.

Avremmo dovuto vedere il deserto del Wadi Rum, Petra, Mar Morto, sorgenti termali di Ma’in…

Invece, al posto di una delle Sette Meraviglie, ciò a cui sto assistendo da casa in Italia, è tutt’altro che meraviglioso.

Scuole chiuse, eventi sospesi, supermercati svuotati, Amuchina più preziosa delle azioni in borsa e totale impossibilità dei giornali di parlare di qualsiasi cosa al mondo che non sia questo benedetto CORONAVIRUS (Covid-19).

E se sta impattando in modo così catastrofico sulla nostra vita quotidiana (Padre Pio prega per noi), era impossibile pensare che non avrebbe avuto un impatto forte anche sul mondo a noi più caro: il viaggio.

Personalmente non ho perso nemmeno un briciolo di voglia di viaggiare, né ho paura di farlo… ma purtroppo stavolta non basta.

Coronavirus

Viaggio in Giordania saltato per colpa del Coronavirus

All’inizio della settimana (lunedì 24/2) l’agitazione era nell’aria, dato che la Giordania aveva già provveduto a chiudere le frontiere a chi proveniva da Cina, Corea del Sud e Iran.

Aggiornavo costantemente il sito della Farnesina nella speranza di scamparla almeno fino a sabato 29/2, data della partenza, ma i contagi in Italia crescevano a vista d’occhio.

Era martedì mattina, il 25 febbraio, quando il fatidico aggiornamento fu pubblicato: anche gli Italiani erano banditi dalla patria di Petra.

Tutto annullato.

Quindi, se anche i tuoi programmi di viaggio sono stati rovinati dal Coronavirus, sappi che qualcuno che ti capisce c’è!

Infatti essendo ad oggi il terzo paese per numero di contagi (o perlomeno di contagi verificati e dichiarati) dietro a Cina e Corea del Sud, molte altre nazioni hanno preso provvedimenti contro di noi.

Coronavirus: viaggiare oppure no?

Nel caso in cui presenti sintomi influenzali (soprattutto febbre), il consiglio generale è di rimandare il viaggio, a prescindere da quale sia la tua destinazione e da quale parte d’Italia tu venga.

Potrebbe benissimo non trattarsi di Coronavirus, ma verresti trattato nello stesso modo e, molto probabilmente, messo in quarantena.

Vi sono poi, ahimè, alcuni stati nel mondo che, a prescindere dal nostro stato di salute, applicano misure restrittive ai viaggiatori italiani – proprio come la Giordania appunto – e in altri casi solo a chi proviene da determinate regioni del nord.

Al momento non sembra ancora un problema viaggiare all’interno dell’Unione Europea, ma molti paesi extra continentali hanno imposto blocchi contro di noi.

Ecco quindi l’aggiornamento al 9 marzo 2020, della situazione nel mondo per noi italiani.

Mi raccomando, se hai un viaggio già prenotato e imminente, ti invito a consultare il sito della Farnesina viaggiaresicuri.it (aggiornato costantemente) e controllare la scheda paese della tua destinazione.


passaporto italiano

Paesi che vietano l’ingresso a chi proviene dall’Italia o vi si è recato negli ultimi 14 giorni (a prescindere dalla regione)

  • Angola
  • Arabia Saudita
  • Bahrein
  • Barbados
  • Bhutan
  • Capo Verde
  • El Salvador
  • Figi
  • Giamaica
  • Giordania
  • India – sospensione dei visti online e rilasciati dal consolato di Milano. Chi intende chiedere il visto per l’India deve contattare l’Ambasciata indiana a Roma.
  • Iraq
  • I. Cook
  • I. Salomone
  • I. Marshall – chiunque si sia recato in Italia dal 31 dicembre.
  • Israele 
  • Kirghizistan
  • Kuwait
  • Libano
  • Madagascar
  • Maldive
  • Mauritius
  • Nauru
  • Mongolia
  • Nepal – Dal 10 marzo sarà sospesa l’emissione di ‘visa-on-arrival’ per i cittadini italiani. Chi intende recarsi in Nepal potrà richiedere il visto al Consolato del Nepal a Roma, presentando un certificato medico che attesti l’assenza di sintomi ricollegabili a Covid-19.
  • Oman
  • Qatar
  • Sarawak (stato federale della Malaysia)
  • Seychelles 
  • Tagikistan
  • Trinidad e Tobago
  • Turchia
  • Turkmenistan
  • Tuvalu

Paesi che vietano l’ingresso a chi proviene da alcune regioni italiane (o vi si è recato negli ultimi 14 giorni)

Indonesia

Dall’8 marzo, divieto di ingresso e transito per tutti coloro che, negli ultimi 14 giorni abbiano visitato Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Marche e Piemonte. Per che proviene dalle restanti regioni italiane, vige l’obbligo di presentare un certificato medico in inglese che attesti l’assenza di sintomi influenzali nei 14 giorni precedenti il viaggio.

Singapore

Divieto di ingresso a chi proviene o si è recato nell’Italia del Nord negli ultimi 14 giorni.


Paesi che hanno sospeso il traffico aereo (totalmente o in parte) con l’Italia

Austria

Sospensione di tutti i voli da/per Milano e Bologna dal 9 marzo, per due settimane.

Antigua e Barbuda

Sospensione dei collegamenti con Milano Malpensa.

Azerbaigian

Sospesi i voli su Milano operati dalla Azerbaijan Airlines.

Finlandia

La compagnia Finnair ha cancellato i voli Helsinki-Milano tra il 9 marzo e il 7 aprile e i voli Helsinki-Roma tra il 12 marzo e il 7 aprile 2020.

Islanda

La compagnia aerea SAS ha sospeso i collegamenti con Milano, Venezia, Bologna e Torino dal 4 al 16 marzo. La compagnia aerea Norwegian ha sospeso i voli per Milano fino al 15 marzo.

Kenya

Sospensione dei voli diretti da Verona e Milano verso Mombasa.

Montenegro

Sospensione dei voli da/per Milano e Bologna.

Norvegia

La compagnia aerea SAS ha sospeso i voli per Milano, Venezia, Bologna e Torino fino al 16 marzo. La compagnia aerea Norwegian ha sospeso i voli per Milano fino al 15 marzo.

Repubblica Ceca

Dal 5 marzo per 14 giorni, sospensione dei voli da Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia-Romagna. La Czech Airlines (CSA) ha inoltre cancellato i voli da Praga per Milano e Bologna dal 2 marzo al 6 aprile.

Repubblica Dominicana

Dal 29 febbraio, sospensione dei voli da Milano per 30 giorni.

Serbia

Alitalia ha sospeso i voli Roma – Belgrado – Roma dal 9 al 15 marzo (possibile estensione fino al fino al 31 marzo). Potrebbero verificarsi cancellazioni anche da parte di Ryanair.

Stati Uniti

Alcune compagnie aeree stanno sospendendo i voli da/per l’Italia. Per gli asintomatici che provengano da o abbiano visitato Lombardia/Veneto nei 14 giorni precedenti l’arrivo negli USA, le autorità si riservano la facoltà di imporre quarantena domiciliare di 14 giorni. Per gli asintomatici provenienti da tutta Italia, le autorità sanitarie richiedono quarantena domiciliare volontaria di 14 giorni.

Ungheria

Sospensione dei voli col Nord Italia.


Paesi che sottopongono a quarantena obbligatoria di 14 giorni i cittadini italiani (anche asintomatici) 

  • Ciad
  • Congo
  • Bangladesh
  • Burundi
  • Eritrea
  • Georgia
  • Guinea
  • Kazakistan
  • Liberia
  • Mauritania
  • Mozambico
  • Palestina
  • Panama
  • Saint Lucia
  • Saint Vincent e Grenadines
  • Sierra Leone
  • Sri Lanka
  • Uganda
  • Uzbekistan
  • Vietnam – Oltre alla quarantena obbligatoria, è sospesa per i cittadini italiani l’esenzione del visto per soggiorni fino a 15 giorni. Chiunque voglia entrare nel Paese deve ottenere il visto dalle Rappresentanze diplomatiche vietnamite all’estero oppure attraverso il sistema di e-visa vietnamita.

Paesi che sottopongono a quarantena obbligatoria di 14 giorni i cittadini italiani (anche asintomatici) di alcune regioni

  • Grenada – Viaggiatori italiani che provengano dal nord e centro Italia.
  • Hong Kong – Viaggiatori provenienti da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.
  • Romania – Viaggiatori delle località italiane oggetto di specifica ordinanza della Lombardia e del Veneto (ai viaggiatori provenienti da altre località delle regioni Lombardia e Veneto sarà richiesto un isolamento volontario domiciliare per 14 giorni).
  • San Marino – Per tutti coloro che rientrano dalle zone di contagio, quarantena obbligatoria di 20 giorni presso il proprio domicilio.
  • Nuova Zelanda – ai viaggiatori in arrivo dal Nord Italia (a nord di una immaginaria linea Pisa-Firenze-San Marino), deve registrarsi obbligatoriamente presso la linea telefonica verde del Ministero della Salute (0800 358 5453 oppure +64 9 358 5453 per SIM straniere). Tali viaggiatori devono inoltre auto-isolarsi, riducendo al minimo le occasioni di contatto con altri, per 14 gg.

Mascherine contro coronavirus

Possibile quarantena all’arrivo, nel caso si presentino sintomi influenzali

Aruba

Quarantena solo in caso di sintomi.

Botswana

Casi sospetti messi in isolamento in una clinica e sottoposti ad ulteriori test.

Bulgaria

Compilazione di un questionario sullo stato di salute ed invito ad osservare una quarantena al proprio domicilio nel paese.

Cile

Viaggiatori provenienti dall’Italia separati dal restante flusso di passeggeri in arrivo ed eventualmente sottoposti ad esami clinici.

Cuba

I viaggiatori italiani potranno essere sottoposti per due settimane a un regime non invasivo di vigilanza e controllo.

Colombia

Controlli all’ingresso.

Macedonia del Nord

Facoltà di applicare misure restrittive, con scarso o nessun preavviso.

Malawi

Misure sanitarie di tutela inclusa la quarantena di 14 giorni, effettuata sotto forma di auto-isolamento nel proprio recapito/abitazione con controlli sanitari a campione, o di trasferimento in struttura di isolamento.

Marocco

Possibili misure di quarantena.

Mongolia

Possibili accertamenti e misure restrittive.

Panama

È possibile che chi provenga o abbia soggiornato in Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna venga invitato a permanere presso il proprio domicilio per 14 giorni.

Russia

I voli da e per l’Italia saranno concentrati al terminal “F” dell’aeroporto internazionale di Sheremetevo (Mosca). Ove un passeggero dovesse presentare sintomi influenzali anche lievi, sarà oggetto di ulteriori controlli sanitari. A San Pietroburgo i viaggiatori provenienti dall’Italia saranno sottoposti a controlli della temperatura condotti a bordo.

Tunisia

Compilazione di una scheda con informazioni personali. Possibile raccomandazione, anche per casi asintomatici, di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva per 14 giorni.

Zambia

Misure di tutela inclusa quarantena di 14 giorni, in caso di sintomi.


Impatto del coronavirus

Paesi che richiedono la compilazione di questionari riguardo allo stato di salute e/o dettagli sui propri spostamenti

  • Afghanistan
  • Argentina
  • Brasile
  • Egitto
  • Lettonia
  • Lituania – chi proviene da Veneto, Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna
  • Messico
  • Nicaragua
  • Nigeria
  • Perù
  • Slovacchia
  • Sud Africa

Altre misure preventive adottate nei confronti dei viaggiatori italiani

Bielorussia

Obbligo del test per verificare l’infezione da Coronavirus.

Cipro

A chi proviene dalle aree a nord di Pisa, Firenze e Rimini si raccomanda di rimanere al chiuso per 14 giorni.

Croazia

I provenienti da Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto saranno sottoposti per 14 giorni a verifica quotidiana del proprio stato di salute da parte delle autorità.

Emirati Arabi Uniti

All’aeroporto di Dubai si effettua test con tamponi ai passeggeri in arrivo dall’Italia.

Germania

Chi proviene dall’Italia settentrionale sarà tenuto a comunicare i propri dati e spostamenti. Chi proviene da Lombardia, Emilia Romagna e Vo’ Euganeo è invitato a rimanere presso il proprio domicilio per 14 giorni. Inoltre, non esiste alcun divieto di ingresso, ma risulta che diverse compagnie aeree abbiano cancellato voli da e per il Nord Italia, a causa della carenza di passeggeri.

Irlanda

Chi si è recato in Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna e Piemonte negli ultimi 14 giorni e non presenti sintomi è comunque invitato a contattare il servizio sanitario irlandese, visitando il sito www.hse.ie oppure al (+353) 1850 24 1850.

Malta

Chi proviene da Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna è invitato a contattare le autorità sanitarie e a sottoporsi a quarantena volontaria di 14 giorni.

Moldavia

I viaggiatori italiani dovranno impegnarsi a misurarsi la temperatura per tre volte al giorno. 

Regno Unito

Si raccomanda a chi proviene dai comuni di Veneto e Lombardia oggetto di ordinanze restrittive, di rimanere in casa per 14 giorni.

Samoa

Accesso solo se trascorsi 14 giorni di quarantena in un paese in cui non siano occorsi casi di Coronavirus e si possegga certificazione medica (non più vecchia di 3 giorni) che escluda il contagio.

Thailandia

Invito, in assenza di sintomi, a porsi in auto-quarantena per 14 giorni. Le compagnie aeree potrebbero ridurre i collegamenti tra Italia e Thailandia.


Paesi coi quali il governo italiano ha sospeso il traffico aereo

  • Cina
  • Corea del Sud – sospensione di alcuni voli per motivi commerciali (scarsa domanda di biglietti)
  • Macao
  • Taiwan

Viaggio annullato Coronavirus

Cosa fare se non posso più partire?

Se quindi hai un viaggio imminente già programmato in uno di questi paesi (a maggior ragione se si tratta di uno di quelli che nega totalmente l’accesso agli italiani) ti invito a contattare il tour operator o agenzia presso cui hai prenotato.

Nel caso in cui avessi prenotato da solo invece, consulta il sito della compagnia aerea e degli alloggi, molte stanno predisponendo linee guida proprio per affrontare tale situazione.

Oppure consulta il sito del Codacons per avere maggiori informazioni riguardo alla possibilità di chiedere rimborso per un viaggio non effettuato causa Coronavirus.

E mi raccomando, ricorda che questo articolo ha scopo informativo e trattandosi di una situazione che evolve in modo costante, non garantisce la validità dei dati nel momento in cui lo leggerai.

Questo articolo è stato aggiornato il 09/03/2020 alle 12:30. Consulta il sito del governo italiano viaggiaresicuri.it per avere informazioni aggiornate all’ultima ora sullo stato delle frontiere.

E per essere aggiornato con i prossimi consigli utili sul mondo del viaggio, seguimi sui social e iscriviti alla newsletter!

icona-instagramIcona_bottone_Facebook

Lascia il tuo commento
(646 visite)

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. Anonimo ha detto:

    Io andrò negli Stati Uniti a fine aprile. Spero vada tutto bene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.